10% discount on all Gift-Cards

Esperienze in Lazio

Quando si organizza un viaggio con l’obiettivo di poter davvero fare qualunque cosa, dalle gite culturali alle escursioni, passando per degustazioni enogastronomiche e scoperta del territorio, il Lazio è indubbiamente la meta perfetta: ricco di history and of cultura, ampiamente espresse nei suoi monumenti e nei suoi reperti archeologici, così come di luoghi di relax and fun, è perfetto per vivere emozioni e momenti indimenticabili.

Per andare sul sicuro, scegli tra le nostre esperienze nel Lazio: avrai modo, insieme a un nostro Cicero, di andare alla scoperta di posti mai sentiti o visti prima, anche in compagnia dei più piccoli!

Experience category
Price
Prezzo - slider
0 - 370
Max. number of persons
Numero di persone max - slider
1 - 15
Duration in hours
Durata in ore - slider
0 - 8

Showing 1–9 of 16 results

Customer reviews

5/5
La giornata di trekking con osservazione astronomica serale è stata davvero bella. La cena presso l’osteria semplice ma molto molto buona. La casualità dei partecipanti e l’assortimento è stato davvero piacevole ed è stato bello condividere pezzi di vita. La guida Luca è una persona davvero piacevole e simpatica e competente. La serata con le stelle molto curiosa interessante e affascinante, peccato per il cielo velato.
Roberto S. – Trekking astronomico sui monti Sabini
5/5
Molto interessante la degustazione e la visita nel birrificio, proporrei altri pacchetti trekking – degustazione
Anonimo – Trekking sul Cammino dei Briganti e visita birrificio artigianale
5/5
E’ stata un’esperienza bellissima allegra, il Capitano ci ha spiegato tante cose che, in parte conoscevamo vivendo la zona da terra, ma viste dal cielo è tutta un’altra cosa.
Anonimo – Volo in idrovolante tra Lazio e Campania

Can we help you?

Contact us, we are always available for any questions or information!

Lazio... in pillole

Alla scoperta del Lazio

Confinante con ben 5 regioni italiane, cioè Toscana, Umbria, Abruzzo, Marche e Campania, il Lazio presenta un territorio geograficamente ampio, che permette di vedere davvero tantissime cose tra fiumi e ruscelli, laghi e vulcani, borghi e città magiche è sempre difficile scegliere le tappe da inserire all’interno del proprio itinerario di viaggio.

Una cosa è certa: chi sceglie di visitare una o più località del Lazio è spinto a tornare per vivere esperienze sempre nuove e speciali, per scoprire posti sempre nuovi e organizzare soggiorni con uno spirito sempre diverso, così da tornare a casa con un bagaglio culturale ed emotivo arricchito e indimenticabile.

Cosa vedere nel Lazio: le attrazioni principali

Si sa, il Lazio è la regione dell’Italia centrale che accoglie la capitale, Rome. E non a caso, chi sceglie di visitare questa regione tende a concentrarsi principalmente sulla città-simbolo dell’Impero Romano e sui suoi dintorni, dimenticando che in realtà il territorio offre molto di più, sia a livello architettonico e archeologico, sia a livello paesaggistico.

Per partire con il piede giusto e ammirare monumenti di grande interesse storico e culturale, oltre ai più celebri come il Colosseo, the Fontana di Trevi e la Basilica di San Pietro, è consigliato visitare:

  • the Sacro Speco di Subiaco, conosciuto anche come Monastero di San Benedetto, che sorge a 650 metri di altezza sul Monte Taleo;
  • l’Abbazia di Fossanova, uno dei massimi esempi di arte gotico-cistercense, e l’Abbazia di Farfa, un luogo di preghiera immerso nella natura; quest’ultima accoglie la Biblioteca di Farfa con oltre 50mila volumi tra pergamene, libri antichi e manoscritti medioevali.

Ovviamente, nel Lazio non possono mancare acropoli and necropoli affascinanti e suggestive che, di certo, non possono passare inosservate agli appassionati; in particolare:

  • l’Acropoli di Alatri, chiamata anche la Città dei Ciclopi, le cui mura megalitiche sono ancora oggi oggetto di studio;
  • la Necropoli di Cerveteri, nota anche come la Banditaccia, scrigno di numerosi sepolcri, e la Necropoli di Tarquinia, detta anche Monterozzi, cioè il complesso più ampio mai esistito. Entrambe sono state riconosciute Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Per chi ama la natura, invece, è consigliato fare un salto al Sacro Bosco di Bomarzo: conosciuto anche come la Villa delle Meraviglie, nasconde al suo interno sculture in pietra, piccoli mostri, animali esotici e creature mitologiche che, appunto, danno vita a un luogo mistico e fiabesco. A seguire, ecco il Parco Naturale dei Monti Lucretili, uno dei più estesi di tutta la regione: rigoglioso e selvatico, è caratterizzato da laghetti e boschi silenziosi.

Le attrazioni naturalistiche e paesaggistiche non si esauriscono di certo qui, anzi; chiunque desideri entrare a stretto contatto con la natura e rigenera i polmoni con aria fresca e pulita, deve assolutamente visitare:

  • il Lago di San Puoto, un piccolo specchio d’acqua che, secondo la leggenda, a circa 30 metri di profondità custodirebbe i resti dell’antica città di Amyclae descritta da Virgilio e Cicerone;
  • il Lago di Bracciano, a nord della città di Roma e tra i 10 laghi più belli d’Italia, le cui acque sono ancora oggi ricche di pesci;
  • le Cascate Monte Gelato, nella Valle de Treja, scelte come set cinematografici di numerosi film per la loro straordinaria bellezza.

E per assaporare la bellezza della costa e del mare, è consigliato andare alla Riviera di Ulisse, un tratto di costa lungo circa 100 chilometri nella provincia di Latina, dove la spiaggia fine si alterna a promontori rocciosi. Tra le principali località balneari si segnalano Gaeta, Sperlonga and San Felice Circeo.

Cosa fare nel Lazio: le attività da non perdere

Il Lazio, quindi, offre una varietà paesaggistica unica nel suo genere; di conseguenza, oltre a tante cose da vedere ci sono anche tante attività da fare, che si rivelano vere e proprie esperienze di vita da non poter assolutamente perdere.

Intanto, è possibile compiere una bellissima avventura alla scoperta dei giardini del Lazio, un’ottima occasione per rilassarsi e godere in tutta tranquillità di una vista mozzafiato:

  • a Sermoneta si trovano il Giardino di Ninfa e i Giardini della Landriana;
  • a Tivoli ci sono i giardini di Villa d’Este, Villa Adriana e Villa Gregoriana;
  • a Bagnaia si possono ammirare i meravigliosi giardini di Villa Lante.

Altra esperienza da vivere è sicuramente quella che conduce sulle rotte degli antichi Etruschi nella Tuscia, giungendo nel fatidico luogo in cui giunsero Enea dopo essere scappato da Troia e Ulisse durante la sua Odissea; nel corso del viaggio è possibile ripercorrere tutta la costiera della provincia di Latina e visitare il rifugio della Maga Circe.

Altro giro, altra corsa e, stavolta, in barca alla scoperta di Ponza e delle Isole Ponziane! L’arcipelago laziale è un vero e proprio paradiso terrestre e visitarlo a bordo di una barca è davvero incredibile. Ci si può fermare a Ponza per fare il bagno e girare per negozi, oppure attraccare a Ventotene per ammirarne la bellezza incontaminata. In alternativa, si può rimanere a bordo per ammirare Palmarola Zannone e Santo Stefano.

Infine, per chi ama particolarmente la montagna, è consigliato andare a sciare sul Monte Terminillo, a Rieti: trovandosi nel cuore degli Appennini è il luogo ideale dove praticare sport ad alta quota, momenti emozionanti ed adrenalin experiences, nonché visitare impianti sciistici di livello internazionale.

Cosa visitare nel Lazio: i posti più belli

Fare un elenco e, quindi, una selezione dei posti più belli da visitare nel Lazio può essere o impossibile, o infinito. La regione è talmente vasta e talmente piena di history, arte, cultura, nature and paesaggi da essere bella in qualunque luogo e in qualunque sua sfaccettatura; ecco perché il consiglio è tornare più volte scegliendo, via via, una meta diversa e specifica.

In ogni caso, una tappa a Roma non può di certo mancare: è tra le città più visitate al mondo e, non a caso, nel 1980 è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Tra le cose da vedere in città rientrano:

  • Città del Vaticano, la sede del Papa, con annesse le varie basiliche papali di San Pietro, San Giovanni in Luterano e Santa Maria Maggiore;
  • la Cappella Sistina e i Musei Vaticani;
  • Piazza del Campidoglio che ospita il Palazzo Senatorio e i Musei Capitolini;
  • la Fontana of Trevi e la Fontana della Barcaccia, quest’ultima in Piazza di Spagna;
  • the Pantheon;
  • really Terme di Caracalla;
  • Castel Sant’Angelo;
  • the Colosseo, ovviamente.

Un’altra meta altamente consigliata è la zona della Tuscia Viterbese, tra le più suggestive del Lazio e caratterizzata da vitigni, borghi e casali come:

  • Calcata, un borgo medievale arroccato su uno sperone proteso nel vuoto;
  • Bolsena, che si distingue per il suo aspetto compatto derivante dal colore bruno della roccia tufacea;
  • Civita di Bagnoregio, un borgo raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale;
  • Sutri, la porta dell’Etruria, un altro borgo arroccato su uno sperone;
  • Caprarola, che dista pochissimi chilometri dal Lago di Vico;
  • Montefiascone, il secondo comune più alto della provincia di Viterbo;
    Bomarzo, famoso
  • per il Parco dei Mostri.

Inoltre, la Tuscia offre anche bellissime aree naturali come la Riserva Naturale Monte Rufeno and the Riserva Naturale delle Saline.

Altra zona da visitare, stavolta a sud-est di Roma, è la Ciociaria, dove primeggia Frosinone: qui è possibile visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta e il Palazzo Pietro Tiravanti, che oggi ospita il Museo di Arte Contemporanea dell’Accademia di Belle Arti. Ma non solo, perché in Ciociaria si trovano anche:

  • Anagni, conosciuta anche come “la città dei Papi”, che custodisce il Palazzo di Bonifacio VIII e Casa Barnekow;
  • Alatri, con il suo bellissimo patrimonio monumentale che comprende anche la Basilica di San Paolo;
  • Arpino, tra i borghi più antichi del Lazio.

Come non citare, poi, Castelli Romani? Si tratta di un insieme di paesi dei Colli Albani conosciuti per la produzione di vino, tanto da aver formato la celebre Strada dei Vini Romani. Lungo il percorso è possibile visitare:

  • Ariccia, famosa per le sue “fraschette”, cioè i locali tipici;
  • Frascati, rinomata per la sua cucina d’élite;
  • Castel Gandolfo e Marino, i più vicini al Lago Albano.

La città più popolosa del Lazio subito dopo Roma è Latina, che sorge nel cuore dell’Agro Pontino e presenta un territorio prevalentemente pianeggiante. In occasione della permanenza in città è possibile ammirare:

  • Piazza del Popolo e Piazza della Libertà, con la Fontana della Palla e la Torre Civica nella prima e con il Palazzo della Prefettura nella seconda;
  • the Giardino di Ninfa, nel comune di Cisterna di Latina, un monumento naturale della Repubblica Italiana.

Un’ultima città da segnalare è Tivoli, le cui origini sono ancora più antiche di quelle di Roma e si trova alle pendici dei Monti Tiburtini. Gode di uno splendido paesaggio, contraddistinto da edifici e monumenti davvero eccezionali, in primis Villa d’Este, riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Discover our destinations

All Gift-Boxes ordered by 18/12 will be delivered before Christmas